È che (tipo l’amore).

È che (tipo l’amore).

Copyright Matt Weber

Coney Island, 2008 (copyright Matt Weber)

È che dicevi le cose giuste

quando avevo bisogno

di parole giuste

e quando sorridevi

mi scardinavi l’anima

o quello che ne resta

poi

dormirti addosso

succedevano alcune cose

alcune meraviglie

tipo

che la mattina

ritenevo plausibile

l’implausibile

tipo quelle robe da film

da romanzo

tipo l’amore

tipo fare colazione assieme

tipo un mondo migliore.

 

(Da twitter)

 

Annunci

Che ti porti il sogno, il caffè e la poesia (ti meriti un amore).

Che ti porti il sogno, il caffè e la poesia (ti meriti un amore).

frida_kahlo

Ti meriti un amore

Ti meriti un amore che ti voglia
spettinata,

con tutto e le ragioni che ti fanno
alzare in fretta,

con tutto e i demoni che non ti
lasciano dormire.

Ti meriti un amore che ti faccia
sentire sicura,

in grado di mangiarsi il mondo
quando cammina accanto a te,

che senta che i tuoi abbracci sono
perfetti per la sua pelle.

Ti meriti un amore che voglia ballare
con te,

che trovi il paradiso ogni volta che
guarda nei tuoi occhi,

che non si annoi mai di leggere le
tue espressioni.

Ti meriti un amore che ti ascolti
quando canti,

che ti appoggi quando fai la ridicola,
che rispetti il tuo essere libera,

che ti accompagni nel tuo volo,
che non abbia paura di cadere.

Ti meriti un amore che ti spazzi via le
bugie
che ti porti il sogno,
il caffè
e la poesia.

Frida Kahlo

Dietro una porta un po’ d’amore per quando non ci sarà tempo di fare l’amore (La costruzione di un amore).

Dietro una porta un po’ d’amore per quando non ci sarà tempo di fare l’amore (La costruzione di un amore).

Jean-Philippe Jouve

Copyright Jean-Philippe Jouve

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane

La costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un’altare di sabbia
in riva al mare

La costruzione del mio amore
mi piace guardarla salire
come un grattacielo di cento piani
o come un girasole

Ed io ci metto l’esperienza
come su un albero di Natale
come un regalo ad una sposa
un qualcosa che sta lí
e che non fa male

E ad ogni piano c’è un sorriso
per ogni inverno da passare
ad ogni piano un Paradiso
da consumare

Dietro una porta un po’ d’amore
per quando non ci sarà tempo di fare l’amore
per quando vorrai buttare via
la mia sola fotografia

E intanto guardo questo amore
che si fa piú vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo

E sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

Sono io che guardo questo amore
che si fa più vicino al cielo
come se dopo l’orizzonte
ci fosse ancora cielo

E tutto ció mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

E la fortuna di un amore
come lo so che può cambiare
dopo si dice l’ho fatto per fare
ma era per non morire

Si dice che bello tornare alla vita
che mi era sembrata finita
che bello tornare a vedere
e quel che è peggio è che è tutto vero
perché

La costruzione di un amore
spezza le vene delle mani
mescola il sangue col sudore
se te ne rimane

La costruzione di un amore
non ripaga del dolore
è come un’altare di sabbia
in riva al mare

E intanto guardo questo amore
che si fa piú vicino al cielo
come se dopo tanto amore
bastasse ancora il cielo

E sono qui
e mi meraviglia
tanto da mordermi le braccia,
ma no, son proprio io
lo specchio ha la mia faccia

Sono io che guardo questo amore
che si fa grande come il cielo
come se dopo l’orizzonte
ci fosse ancora cielo

E tutto ció mi meraviglia
tanto che se finisse adesso
lo so io chiederei
che mi crollasse addosso

Sì.

Ivano Fossati

Vieni, prendimi per mano e portami via con te (Nha vida).

Vieni, prendimi per mano e portami via con te (Nha vida).

Lovers_at_the_Louvre

Nha Vida

Hoji n`odjal

Hoji n`odja homi di nha vida

Ê cenam Ku mon n`fica sima pomba perdida

N`amor bem dam razon di vivi

Bem intchi nha vida di kusa fasi

Nhas horas alegri n`krê passa Ku bó

Nhas horas tristi n`krê passa ku bó

Nha passa tempo n`krê passa ku bó

N`amor ami n`naci pam vivi ku bó

Bem pegam no mom Bem lebam ku bó

N`krê bai na bu ragass

Bem inxinam tudo kusa k`inda n`ka sabi

Bem lebam ku bó inxinam tudo kel ki bu prendi na vida

N`amor bem dam razom di vivi

Bem intchi nha vida di kusa fasi

N`sta raserva nha vida pa bó

N`amor ami n`naci pam vivi Ku bó

Ó kim sta ku bó pa mim mundo ka existi màss

Ó kim sta ku bó mundo feto só di nôs dôs

Lura

 

Vita mia

Oggi l’ho visto

Oggi ho visto l’uomo della mia vita

Mi ha fatto un cenno con la mano ed io mi sono sentita una colomba persa.

Amore mio, vieni a darmi ragione di vivere

e indicami cosa devo fare nella mia vita

nelle ore felici io vorrei stare con te

nelle ore tristi io vorrei stare con te

nel passatempo io vorrei stare con te Amore mio,

io sono nata per vivere con te!

Vieni prendimi per mano

e portami via con te

Vorrei andarmene tra le tue braccia

Vieni e insegnami tutto quello che ancora non so

vieni e insegnami tutto quello che tu hai imparato nella vita

Amore mio, vieni a darmi ragione di vivere

e indicami cosa devo fare nella mia vita

Riserverò la mia vita per te,

Amore mio, io sono nata per vivere con te!

Per me, quando sto con te il mondo non esiste più

Per me, quando sto con te il mondo è solo per noi due!

 

Arrivi tu, la mente torna.

Arrivi tu, la mente torna.

Derek Clark, Like a bird

Derek Clark, Like a bird

 

La mente va,
Dove va
Chissà
Mi sento donna così
Come mai?
Non c’è al mondo che
Ormai
Mi aspetta
Io lo so
Io voglio vivere
Anche per me,
Scoprire quel che c’è
Io voglio
Apro già la porta ma…
Arrivi tu
La mente torna
Il cuore mio
Quasi si ferma
E intorno a me
Lo spazio immenso
Che persino io
Non ho più senso
Arrivi tu
Il mondo è acceso
Quello che era mio
Tu l’hai già preso
Non ci son più per me
Esitazioni
Ti chiedo solo se mi perdoni

Non mi saluti
Ti siedi
E poi
Apri il giornale
Non guardi più me
Mi lasci sola così
Perché io volo senza te
Io voglio vivere
Anche per me
Scoprire quel che c’è
Io voglio
Sono già diversa ma
Mi parli tu
La mente torna
Il cuore mio
Quasi si ferma
E intorno a me
Lo spazio è immenso
Che persino io
Non ho più senso
Mi parli tu
Il mondo è acceso
Quello che era mio
Tu l’hai già preso
Non ci son più per me
Esitazioni
Ti chiedo solo
Se mi perdoni

Mina

Il mai detto, il mai fatto, il mai vissuto.

Il mai detto, il mai fatto, il mai vissuto.

Paris_Metro

Una signora, ieri, in metropolitana, ha passato tutto il tempo a cantare. Teneva tra le dita le ultime foglie e i pensieri dell’inverno. Cantava e nel respiro svelava il desiderio di una giornata al mare. La destinava a chissà chi quella canzone e il filosofo, accanto a me, dalla fermata Cipro fino a Termini, strappava a quel canto il più intimo dei segreti: è il non detto, il mai fatto e il mai vissuto. E’ un privilegio l’istante, “un sortilegio vivere nel pensiero”. Così cantava con Paolo Conte, “Tra le tue braccia”. Il mai detto, il mai fatto, il mai vissuto. Tutto il segreto dell’amore.

Pietrangelo Buttafuoco

Le altre possibilità con cui la vita sorprende la vita.