Quando credi di aver sonno e il sonno tarda, il tempo ti trapassa a precipizio.

Quando credi di aver sonno e il sonno tarda, il tempo ti trapassa a precipizio.

Certe volte quando credi di aver sonno e il sonno tarda, il tempo ti trapassa a precipizio, ed anni che non avvennero mai coprono un ciclo intero di vicende più complesso e convincente della durata in vita di tutti i nostri inizi senza compimento.

Allen Tate, I nostri padri

Adesso che gli uomini non sanno esser soli, non possono reggere al buio.

Adesso che gli uomini non sanno esser soli, non possono reggere al buio.

Oggi nessuno, a distanza di cinquant’anni da questi avvenimenti, può udire la notte; nessuno ambisce ad udirla. Per udire la notte, e anelarne l’arrivo, bisogna
possedere nell’intimo della propria essenza segreta una vasta metafora che regoli
tutto il resto: una convinzione del male insito nella natura dell’uomo, e la necessità di fronteggiare quel male il cui simbolo è il buio, la cui immagine vivente, ancora, è l’uomo solo. Adesso che gli uomini non sanno esser soli, non possono reggere al buio.

Allen Tate, I nostri padri

Hanno perduto il dono dell’esperienza concreta.

Hanno perduto il dono dell’esperienza concreta.

“(..) Occorre più di una dottrina, anche se questa dottrina sia vera. I poeti
cattolici hanno perduto, assieme ai loro fratelli eretici, la capacità di prendere le mosse dalla cosa comune: hanno perduto il dono dell’esperienza concreta”.

Allen Tate