E il tuo ricordo è come brace viva che non lascio cadere anche se mi brucia le mani (Città).

E il tuo ricordo è come brace viva che non lascio cadere anche se mi brucia le mani (Città).

Copyright Eric Serafini

Copyright Eric Serafini

Insegne luminose strattonano la stanchezza.
Volgari schiamazzi
saccheggiano la quiete dell’anima.
Colori impetuosi
scalano le attonite facciate.
Dalle piazze rotte
traboccano copiose le distanze.
Il tramonto abbattuto
che si rannicchia oltre i sobborghi
è beffa d’ombre rovinate.
Io percorro la strede svigorito
dall’insolenza delle luci false
e il tuo ricordo è come brace viva
che non lascio cadere
anche se mi brucia le mani.

Jorge Luis Borges, Fervore di Buenos Aires

Annunci

Un pensiero su “E il tuo ricordo è come brace viva che non lascio cadere anche se mi brucia le mani (Città).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...