Dannazione

Dannazione

giotto-cielo-stellato-scrovegni-1303-05

Chiuso fra cose mortali

(anche il cielo stellato finirà)

perché bramo Dio?

Giuseppe Ungaretti, Vita di un uomo. Tutte le poesie. Mondadori 1992

2 pensieri su “Dannazione

  1. Ungaretti -scarnifica – la struttura semantica e pur tuttavia la sua espressione poetica contiene quella potenza grandiosa che inturgidisce l’umano tormento dell’animo: non a caso titola questi versi con ”Dannazione”, quella distesa invisibile che la nostra interiorità attraversa piegata dal bisogno/brama di credere nel divino, unitamente all’angoscia che è figlia della consapevolezza della finitudine di ogni cosa.
    Tra i miei versi preferiti….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.