Siamo voluti e amati e perdonati, così come siamo.

Siamo voluti e amati e perdonati, così come siamo.

Bartolomé Esteban Murillo, San Pietro in lacrime

Ho provato per un pò a trattenermi, ma non ce l’ho fatta!

(…) sfidando la vostra pazienza, vi invio l’immagine del quadro “San Pietro in lacrime” di Bartolomè Esteban Murillo.

Se avete qualche secondo, soffermatevi a guardarlo.

Io vi ho letto tutta la drammaticità del nostro essere nulla e tutto l’abbraccio della Misericordia.
Siamo voluti e amati e perdonati, così come siamo.

C.T.

4 pensieri su “Siamo voluti e amati e perdonati, così come siamo.

  1. Hai fatto bene a mostrarlo. La grande arte consiste nel prendere delle forme conosciute, come la figura umana o ogni altra cosa che ci circonda, e usarle come elementi di un codice per creare qualcosa di originale, che prima non esisteva. (Infatti i grandi artisti, nella storia dell’arte occidentale, sono relativamente pochi). E poi la grande arte antica occidentale è prettamente Cattolica, cioè nostra: non c’è arte protestante, non c’è arte ebrea, i maomettani fanno dei begli arzigogoli sui tappeti e l’arte greco-ortodossa è parte integrante della liturgia ed è perciò quasi immutabile, e si ripete sempre uguale dal IV secolo. Godiamoci e meditiamo sulla nostra grande tradizione.

  2. E perché ci si doveva trattenere? Fossero tutte di questo tipo le cose che ci “dovrebbero infastidire”!!!
    Sono fondamentalmente d’accordo con il commento precedente e non ho altro da aggiungere.Quando mi capita di pensare che toglierei l’insegnamento della religione cattolica dalle scuole, penso sempre però che perderemmo di sicuro la capacità di comprendere secoli d’arte.

    • L’amico che si “doveva trattenere” è una persona estremamente discreta e rispettosa della privacy. Ma ci propone sempre occasioni straordinarie di contemplazione della bellezza. Quanto alla religione cattolica, sinceramente non credo che la questione sia quella della comprensione dell’arte, ma della genialità e dell’universalità del cristianesimo che essa testimonia. Grazie per essere intervenuta.

  3. Vorrei rispondere cercando di conferire alla mia risposta un tono quanto più cordiale e gentile possibile anche se il contenuto esprime una durezza che non riescono a mascherare.Purtroppo non credo che il messaggio cristiano si impari sui banchi di scuola.La mia osservazione riguardava il fatto che alcune conoscenze sono veicolate solo in quei contesti e non altrove.Altrimenti potremmo trovarci nella situazione che si guarda una conversione di San Paolo senza avere minimamente idea di cosa e quando.Grazie a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.