Se non che lo sguardo straripa, sempre.

Se non che lo sguardo straripa, sempre.

Gregory, come tutti i vampiri, è un economo. Crede che lo sguardo possa essere amministrato, distribuito, indirizzato. Crede che con un’abile trasfusione potrà privarne a suo piacere Paula, e farla simile a sé, a quel che crede di essere. Il vampiro è l’incubo dell’omologazione nell’eternità, nell’avarizia.: una cartolina per Gregory, i diamanti; una per Paula, le sbarre del manicomio. Se non che lo sguardo straripa, sempre. La costruzione del delirio nel quale sono impegnati Gregory e Paula li travolge, facendo fallire ogni tentativo di gestione, di autoriduzione.

Umberto Silva, Demoni insonni, Spirali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.