In me innanzitutto c’è un fattore che è irriducibile.

In me innanzitutto c’è un fattore che è irriducibile.


Sabato sera ero a cena con un gruppo di universitari e a un certo punto uno di questi mi racconta che circa un anno fa un suo amico è morto in un incidente stradale e che qualche mese fa un altro suo amico, sempre più o meno della mia età, si è suicidato. E lì che cosa puoi dire, di fronte a un dramma così? La vertigine era così grande che in un primo istante mi sembrava di non poter dire
nulla di ragionevole, di profondamente vero. Ma quello che mi sono sorpreso anche lì a riconoscere è stato questo, ancora una volta: che in me innanzitutto c’è un fattore che è irriducibile, che io sono ora rapporto con il Mistero, per il fatto che ci sono, per il fatto che esisto e per il fatto che ho una domanda di significato che supera tutto quello che mi sta intorno. Io sono rapporto infinito ora, e questo nucleo di me, di cui mi sono reso conto da quando ho incontrato Cristo un anno e mezzo fa, non può morire, non può essere spazzato via, perché non è riducibile a questo mondo. E questo nucleo che è in me, che io sono, è la verità di quei due ragazzi che sono morti, che non sono finiti nel nulla. Di questo sono certo: che neanche la morte è in grado di spezzare il nesso che io vivo con il Mistero. E riconoscere questo nesso quella sera per me è stato usare la ragione in modo vero, cioè riconoscere la totalità di quel fatto che mi è stato posto davanti.

Appunti SdC di Julián Carrón, Milano 9 marzo 2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.