Proprio per aver visto all’opera Cristo.

E proprio per avere visto all’opera Cristo quando afferra un essere umano, quando lo chiama a Sé, quando lo chiama per farlo partecipe della Sua vita, della Sua pienezza, se noi l’abbiamo visto all’opera, come possiamo adesso non riconoscere anche la verità delle parole successive: «Se moriamo, moriamo per il Signore»? Colui che brillava nella radiosità della nostra Manuela è Colui che brilla, adesso, anche nella sua morte. Per questo noi possiamo guardare la morte con la stessa certezza, con la stessa sicurezza con cui L’abbiamo visto e toccato con mano brillare nel volto della nostra amica.

Funerale di Manuela Camagni,Omelia di don Juliàn Carròn