La domanda è come essere disponibili.

Come si fa a diventare disponibili ogni giorno a riconoscere, nella diversità che il reale mi porta, la novità che non mi fa obiezione?
La domanda è come essere disponibili. Sei disponibile alla novità che ogni giorno ti porta, se sei disponibile alla verità, vale a dire se ami, se cerchi il Signore. Quando commento l’Angelus devo sempre richiamare questa cosa: immaginiamoci la Madonna per la quale ogni giorno, quando si svegliava, era il desiderio di capire di più quel che aveva dentro o davanti.

E adesso spiegami nel tuo cuore che tempo fa (Movin’ away).

Movin’ away

Movin’ away…
come ti senti stamattina
movin’ away…
come un martini senza oliva
movin’ away…
fischiano i merli nel cortile
movin’ away…
dicono i fondi di caffè

Movin’ away…
un Dèjà-vu di un’altra estate
movin’ away…
un pedalò che in mezzo al mare dolce se ne va…. uh…. yeah…

E adesso spiegami nel tuo cuore che tempo fa
se il grigio della città
ha già cancellato tutti quei momenti felici
spiegami nel tuo specchio che aspetto ho
… cuciti nel mio paltò
ho ancora dei sogni che non cambierei…
movin’ away… movin’ away…

Movin’ away…
forse quel giorno si avvicina
movin’ away…
sento i suoi passi giù in cantina
movin’ away…
te la ricordi un’orchestrina
movin’ away…
che ci suonava “ohi marì”

Movin’ away…
cosa darei per un raggio di sole
movin’ away…
qui è solo rabbia, confusione, bolle di sapone… uh… yeah…

E adesso spiegami nel tuo cuore che freddo fa
tramonto sulla città
tenersi per mano sotto questo pezzo di cielo
spiegami nei tuoi occhi che aspetto ho
cuciti nel mio paltò
ho ancora dei sogni… sogni tutti miei
movin’ away… movin’ away…

Sergio Caputo

My heart going boom boom (Solsbury Hill).

Solsbury Hill

Climbing up on Solsbury Hill
I could see the city light
Wind was blowing, time stood still
Eagle flew out of the night
He was something to observe
Came in close, I heard a voice
Standing stretching every nerve
Had to listen had no choice
I did not believe the information
[I] just had to trust imagination
My heart going boom boom boom
“Son,” he said “Grab your things,
I’ve come to take you home.”

To keepin’ silence I resigned
My friends would think I was a nut
Turning water into wine
Open doors would soon be shut
So I went from day to day
Tho’ my life was in a rut
“Till I thought of what I’d say
Which connection I should cut
I was feeling part of the scenery
I walked right out of the machinery
My heart going boom boom boom
“Hey” he said “Grab your things
I’ve come to take you home.”

When illusion spin her net
I’m never where I want to be
And liberty she pirouette
When I think that I am free
Watched by empty silhouettes
Who close their eyes but still can see
No on taught them etiquette
I will show another me
Today I don’t need a replacement
I’ll tell them what the smile on my face meant
My heart going boom boom boom
“Hey” I said “You can keep my things, they’ve come to take me home.

Peter Gabriel