La morte di una colpa si ottiene con l’espiazione.

Robespierre ghigliottinato.

Il ricordo particolareggiato di quella scena abominevole mi è stato così penoso da farmi interrompere questa confessione. Fra la pagina precedente, la cui calligrafia indica abbastanza il mio turbamento, e questa che oggi incomincio, ho lasciato trascorrere una settimana, durante la quale cento volte mi sono ripetuto:”A che pro risuscitare quel passato? Tanto, è passato”. No, non è passato! Lo scrivevo iniziando questo esame di coscienza, ed è vero, purtroppo:”Esso è vivente, e bisogna che muoia”. Se non che, la morte di una colpa nella nostra coscienza non si ottiene con l’oblio, al dire dei mistici, ma con l’espiazione.

Paul Bourget, I nostri atti ci seguono, BUR, Milano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.