Perdite di tempo 2.

“(..) sì, nemmeno buttarsi sotto il prossimo camion gigantesco che ostruisce la visuale; sì, nemmeno buttarsi ma lasciarsi trascinare da questa forza che mi attira sotto le ruote, che mi chiama, (..) questa forza che dice di smettere l’assurda lotta per diventare bravo cittadino bravo contribuente bravo coniuge bravo genitore bravo lavoratore bravo essere umano.”

Camilla Baresani, Un’estate fa, Bompiani

N.d.A.: ho comprato il libro fidando nel giudizio di Camillo Langone, espresso sul Foglio qualche mese fa. Niente di più sbagliato, secondo me Langone il libro non l’ha neppure letto. Non avrei dovuto comprarlo, avrei dovuto fare il carotaggio à la Mc Luhan, ma non l’ho fatto. Non avrei dovuto finire il libro, che arrivati a metà comincia a stancare ed a segnalare che i disagi delle pagine precedenti non sono immaginari. Avrei dovuto gettarlo via, nella sezione carta e cartone della raccolta differenziata: l’ho fatto oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.