L’amplesso compiuto.

Albrecht, Amplesso cromatico

Il desiderio inconscio della resurrezione rischiara la finalità dell’amplesso.

La propagazione mortale della specie (..) non basta a motivare un essere lucido ad avere figli. Costui ha bisogno dell’immortalità dell’individuo, nella sua anima e nel suo corpo. La resurrezione della carne è dunque sempre presente nel nostro desiderio. Ma c’è dell’altro. San Francesco di Sales lo chiama “Compiere in Cielo il numero degli eletti”. Dio crea senza intermediari tutta la sostanza di ogni angelo. Per quanto riguarda l’uomo, viceversa, egli passa attraverso i suoi amplessi, regge il moccolo, attende pazientemente che i futuri genitori dormano insieme. Affida la creazione della nuova anima alla compenetrazione di due corpi, anche se essa è violenta. E’ una follia, indubbiamente.

Ma egli ama tanto la propria creatura che vuole farla cooperare ai suoi disegni perfino per mezzo delle sue gonadi.

Fabrice Hadjadj, Mistica della carne, Medusa.

Un pensiero su “L’amplesso compiuto.

  1. Interessante, ci sono visioni scientifiche che vedono la faccenda in maniera simile.

    Il quadro è stupendo e riappacifica con il concetto di “arte moderna”. Almeno con quello che ho io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.