Buona Pasqua

Eugène Burnand, Pietro e Giovanni accorrono al sepolcro la mattina della Resurrezione

Nel giorno dopo il sabato, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di buon mattino, quand’era ancora buio, e vide che la pietra era stata ribaltata dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: “Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!”. Uscì allora Simon Pietro insieme all’altro discepolo, e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Chinatosi, vide le bende per terra, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro che lo seguiva ed entrò nel sepolcro e vide le bende per terra, e il sudario, che gli era stato posto sul capo, non per terra con le bende, ma piegato in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette.

Giovanni, 20, 1-8

La purezza nichilista.

Chiesa di Gibellina Nuova, di L.Quaroni

Prima edizione Premio Formaggera Volante (per gli architetti distintisi nel realizzare progetti contundenti verso il contesto e gli utilizzatori). Premio Formaggera Volante 2010 a Kazuyo Sejima per il suo New Museum di New York: la direttora della Biennale Architettura ha firmato una costruzione violentemente fuoriscala dalle superfici straordinariamente sorde e ostili. Targa speciale “ad memoriam” a Ludovico Quaroni per la chiesa di Gibellina Nuova appena inaugurata: non riconoscibile come chiesa cattolica né genericamente cristiana (non una croce contamina la purezza nichilista dell’edificio), anticipa l’intuizione fuksasiana secondo la quale il Verbo non si fece Carne bensì Cemento.

Camillo Langone, Il Foglio, 1 aprile 2010