Avrebbe voluto dire qualcosa.


Lowe avrebbe voluto dire qualcosa, qualcosa che lo facesse rimanere impresso nella mente di lei. Ma lei dette un’occhiata ai bicchieri, alla bottiglia che Lowe, sentendosi uno sciocco, ancora stringeva in mano.

“Avete l’aria di passarvela mica male, voialtri” disse.

“Vaccino contro i serpenti, signorina. Non gliene andrebbe un po’?”

W.Faulkner, La paga dei soldati, Adelphi

Rumori altrove cullanti.

La signora Powers giaceva nel letto conscia del proprio lungo corpo sotto lenzuola estranee, udendo i soffocati rumori notturni di un albergo -passi attutiti dalle guida lungo corridoi silenziosi, discreto aprirsi e richiudersi di porte, da qualche parte il pulsante mormorio di un macchinario: tutto con quella strana tendenza che rumori altrove cullanti hanno, quando uditi in un albergo, a tenere svegli.

Scaldandosi all’antica familiarità del sonno, corpo e mente le si svuotarono; poi, mentre cercava la posizione nel letto per preparare il corpo al sonno, esso le si riempì del ricordo di una inquieta tristezza.

W.Faulkner, La paga dei soldati, Adelphi