Eccesso di zelo ed idiozie politicamente corrette: la festa delle luci.

A Cremona un insegnante, -rispetto al quale avrei problemi a definire compiti, ruoli e missione educativa- per non urtare la sensibilità dei non cristiani, ha pensato bene di definire la festa del Santo Natale, nella scuola dove lavora, come Festa delle luci. Hanno smesso persino a Reggio Emilia, nei mitici asili dei soviet, nonché in Russia, di provare a ri-denominare il Natale come festa di Babbo Gelo (Babbo Natale è Santa Claus, non è nemmeno lui politicamente corretto). La tristezza che suscita la notizia non deriva dall’idiozia della proposta: no, deriva dal fatto che l’Occidente, davvero, sta suicidando se stesso e i suoi abitanti, evirati dentro, devitalizzati dentro l’anima.

2 pensieri su “Eccesso di zelo ed idiozie politicamente corrette: la festa delle luci.

  1. Ma poi lo sanno che la festa delle luci è ebraica (Hanukkah)? Così rischiano di creare un casino peggiore, con gli immigrati islamici, alla faccia del politicamente corretto 😛

    • Può darsi che lo sappiano e che, in un eccesso di zelo multikulti, vada bene anche Hanukkah, purché non sia Natale e non urti la sensibilità di chi non è cristiano. Rispolvererei la vecchia proposta di Giuliano Ferrara, mandare a lavorare tutti coloro per i quali fare vacanza il giorno di Natale è contrario alle proprie credenze. Tutti, naturalmente anche i sostenitori del politcally correct. Quanto al casino, non credo che accada, dal momento che i nostri fratelli ebrei mi paiono persone assennate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.