Novembre

Gemmea l’aria, il sole così chiaro

che tu ricerchi gli albicocchi in fiore,

e del prunalbo l’odorino amaro

senti nel cuore…

 

Ma secco è il pruno e le stecchite piante

di nere trame segnano il sereno,

e vuoto il cielo, e cavo al piè sonante

sembra il terreno.

 

Silenzio, intorno; solo, alle ventate

odi lontano, da giardini ed orti,

di foglie un cadere fragile. E’ l’estate,

fredda, dei morti.

 

Giovanni Pascoli

Un sano avanzo di galera (sapeva usare i congiuntivi…).

fabrizio_corona_polizia

Fabrizio Corona, dalla rete

(..) una noia orrenda, finché finalmente Corrado Formigli ha intervistato Fabrizio Corona, fresco fresco di richiesta di condanna a sette anni e qualcosa. A casa sua, divano burino con cuscini burini, foto burine in cornice con lui seminudo e tatuato, foto di lui a gambe larghe, foto di Belen superammiccante, e Corona in persona con camicia slacciata e sguardo fangoso. Un figo pazzesco. Per contrasto con la passerella di cadaverizzati malmostosi ad Annozero, Fabrizio Corona brillava di una luce sinistra e irresistibile. Sapeva usare i congiuntivi, diceva cose da raffinato sociologo (“il valore giornalistico di un video con Marrazzo? Zero. Marrazzo ha un’immagine pubblica, cioè da massa popolare, pari a zero”), la sapeva lunghissima e, a differenza degli altri, sembrava vivo. Quando, a  fine intervista, Formigli gli ha chiesto: “Che farà se verrà condannato?”, Annozero ha regalato a noi ragazze mortificate dalla faccenda tettefinte, voce roca e barba appena fatta, il massimo momento erotico della settimana: “Scappo”, ha sussurrato Corona sorridendo alla Arsenio Lupin (de noantri, ma era pur sempre qualcosa). Allora gli uomini esistono, allora non tutto è perduto, allora Belen Rodriguez, oltre a essere di una bellezza totale (un po’ genere trans ultimamente, però, deve stare attenta a non strafare con i gonfiamenti, a non cadere nella deriva Nina Moric, ex di Corona e ormai irriconoscibile), ha anche la fortuna sfacciata di stare con un sano avanzo di galera, uno capace di risollevare una solita trasmissione ad argomento sessuale soltanto con l’erezione dei capelli.

 

Annalena Benini, Il Foglio, 31 ottobre 2009

November rain

November Rain

When I look into your eyes
I can see a love restrained
But darlin’ when I hold you
Don’t you know I feel the same
‘Cause nothin’ lasts forever
And we both know hearts can change
And it’s hard to hold a candle
In the cold November rain
We’ve been through this such a long long time
Just tryin’ to kill the pain
But lovers always come and lovers always go
An no one’s really sure who’s lettin’ go today
Walking away
If we could take the time to lay it on the line
I could rest my head
Just knowin’ that you were mine
All mine
So if you want to love me
then darlin’ don’t refrain
Or I’ll just end up walkin’
In the cold November rain

Do you need some time…on your own
Do you need some time…all alone
Everybody needs some time…on their own
Don’t you know you need some time…all alone
I know it’s hard to keep an open heart
When even friends seem out to harm you
But if you could heal a broken heart
Wouldn’t time be out to charm you

Sometimes I need some time…on my
own Sometimes I need some time…all alone
Everybody needs some time…on their own
Don’t you know you need some time…all alone

And when your fears subside
And shadows still remain, ohhh yeahhh
I know that you can love me
When there’s no one left to blame
So never mind the darkness
We still can find a way
‘Cause nothin’ lasts forever
Even cold November rain

Don’t ya think that you need somebody
Don’t ya think that you need someone
Everybody needs somebody
You’re not the only one
You’re not the only one

Quando guardo nei tuoi occhi

Riesco a vedere un amore trattenuto

Ma cara quando ti stringo

Non lo sai che io provo la stessa cosa

Perché niente dura per sempre

Ed entrambi sappiamo che i cuori possono cambiare

Ed è difficile portare una candela

Nella fredda pioggia di Novembre

Ci siamo dentro da talmente tanto tempo

Cercando semplicemente di far passare il dolore

Ma gli innamorati vengono sempre e gli innamorati se ne vanno sempre

E nessuno è mai sicuro chi è quello che molla oggi

Mentre se ne va camminando

ìSe potessimo prenderci il tempo per dirci tutto chiaramente

Potrei far riposare la mia testa

Sapendo che tu eri mia

Tutta mia

Per cui se vuoi amarmi

Allora cara non ti trattenere

O io finirò a camminare

Nella fredda pioggia di Novembre

Hai bisogno di un po’ di tempo… per conto tuo?

Hai bisogno di un po’ di tempo… da sola?

Tutti hanno bisogno di un po’ di tempo per conto loro

Non sai che hai bisogno di un po’ di tempo… da sola?

So che è difficile tenere un cuore aperto

Quando sembra che anche gli amici siano lì per farti male

Ma se tu potessi guarire un cuore spezzato

Il tempo non sarebbe lì per incantarti?

A volte ho bisogno di un po’ di tempo… per conto mio

A volte ho bisogno di un po’ di tempo… da solo

Tutti hanno bisogno di un po’ di tempo per conto loro

Non sai che hai bisogno di un po’ di tempo… da sola?

E quando le tue paure si placano

E le ombre rimangono ancora

So che puoi amarmi

Se non rimane più nessuno da incolpare

Per cui non importa l’oscurità

Possiamo ancora trovare una via

Perché niente dura per sempre

Nemmeno la fredda pioggia di Novembre

Non credi di aver bisogno di qualcuno?

Non credi di aver bisogno di qualcuno?

Tutti hanno bisogno di qualcuno

Non sei l’unica

Non sei l’unica

Non credi di aver bisogno di qualcuno?

Non credi di aver bisogno di qualcuno?

Tutti hanno bisogno di qualcuno

Non sei l’unica

Non sei l’unica