Non è l’ultima parola sull’uomo.

“I cristiani dicono di norma che siamo tutti peccatori. Non è una frase di maniera, è vero. Ma forse, per capire, è più utile pensare alla differenza tra san Pietro e Giuda. San Pietro ha ammesso che c’era qualcuno che potesse perdonare il suo peccato,

Giuda ha creduto che nessuno potesse perdonarlo e ha preferito uccidersi.

Non esiste idea laica di peccato, sbaglio, errore se non si ammette che quella non è l’ultima parola sull’uomo”

Marianna Rizzini, Il Foglio, 29 ottobre 2009

Annunci

Poter pensare che se hai fatto la cazzata non è tutto perduto.

Ma se ti viene lo stesso da prendere il bicchiere e romperlo che fai? “Certo che ti viene da rompere il bicchiere”, risponde il giovane, “ed è per questo che ci dev’essere qualcuno che ti dice di non buttarlo, di non fare il pirla. La prima regola, però, è non mortificare, non dire in modo automaticamente bacchettone: ‘Non si può’. Il punto è fare il bene in modo che sia desiderabile perte, è poter pensare che se hai fatto la cazzata non è tutto perduto”.

Marianna Rizzini, Il Foglio, 29 ottobre 2009