Non mi importa più di essere felice.

Delacroix

Vedi, non mi importa più di essere felice. Ci ho rinunciato. Mi importa solo di non essere torturata. Sono disposta a tutto. Ad avere dieci figli, ad averne venti, se lui vuole così. E potrebbe volerlo. E’ un uomo, David, che non esita di fronte a nulla. Aveva una moglie e due figlie quando ancora studiava legge -era già nell’edilizia quando ancora studiava legge- e adesso vuole una seconda famiglia, con me. E io lo accontenterò. Cos’altro può fare, una che una volta era il desiderio del mondo? Aprire un bel negozietto di antiquariato? Diventare una di quelle bellezze sfiorite? Laurearsi e trovare un impiego?

Philip Roth, Il professore di desiderio, Einaudi